Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘croazia’

(tratto da: “Croatia ex-President Gives Middle Finger to Anti-Abortion Politicians”, Agence France Presse, 19 giugno 2020. Trad. Maria G. Di Rienzo)

L’ex presidente della Croazia è la più recente fra le donne che mostrano il dito medio a diversi politici conservatori per i loro discorsi anti-aborto fatti durante la campagna per le elezioni parlamentari del mese prossimo (Ndt.: europee, 5 luglio p.v.).

Molte attrici, giornaliste e figure pubbliche di sesso femminile croate hanno preso parte all’azione che ha visto donne pubblicare sui social media fotografie di se stesse mentre simbolicamente sollevano il dito medio.

“Mi unisco a tutte le donne che con questo atto “indecente” alzano le loro voci contro quelli che tentano di mandarci indietro nei secoli.”, ha detto l’ex presidente conservatrice Kolinda Grabar-Kitarovic al quotidiano Jutarnji List che ha pubblicato la sua foto (Ndt.: che è qui sotto).

Kolinda Grabar-Kitarovic

Il cantante folk diventato politico Miroslav Skoro, il cui Movimento Patria è terzo nei sondaggi, dice che se una donna resta incinta dopo essere stata stuprata “deve decidere cosa fare in accordo alla sua famiglia”. Skoro ha aggiunto di essere d’accordo con Gordan Jandrokovic del partito conservatore di governo HDZ sul fatto che “la vita inizia con il concepimento”. Nino Raspudic, in lista con il partito conservatore Most, dice che l’aborto è “omicidio”.

La Ministra per l’Istruzione Blazenka Divjak ha definito queste dichiarazione “un’umiliazione sadica delle donne e dei loro diritti per fini politici” e ha scritto su Facebook che di questo passo le donne potranno votare “solo dopo aver consultato i membri maschi della loro famiglia”.

In Croazia l’aborto è legale sino alla 10^ settimana di gravidanza, secondo una legge degli anni ’70 adottata quando il Paese era ancora parte della Jugoslavia, ma la procedura sta diventando sempre più difficile a causa delle montanti pressioni religiose che inducono i dottori a rigettarla adducendo questioni morali. Nel 2017 l’Alta Corte croata ha stabilito che l’attuale legislazione è antiquata e i gruppi pro-diritti temono che ciò aprirà la strada a ulteriori restrizioni.

Read Full Post »

Vago sospetto

(“Heartland”, di Ana Božičević – in immagine – poeta, traduttrice, insegnante e “cantante occasionale” di origine croata. Uno dei suoi libri di poesie, “Rise in the Fall”, ha vinto il Lambda Award. Il testo qui sotto viene dalla raccolta “New Life”. Trad. Maria G. Di Rienzo.)

ana

Ho un vago sospetto

che il mio cuore non sia mio

da poterlo dare.

Vive su una montagna

sepolto in un campo

sotto miglia di terra.

Compiango la sciocca, per lo più me stessa,

che lo deve scavare fuori.

Ho l’idea

di tentare di portare qualcuno là

tanto per cambiare,

indicare il terreno, dicendo

il mio cuore è qui dentro,

fai qualcosa.

Ogni volta in cui ha vacillato su di te

è stato perché era così

lontano, la connessione distante –

Il tuo cuore batte vicino

al mio torace vuoto mentre il mio

invia segnali all’esterno

da un frutteto

attraverso l’oceano.

Vieni e scoprimi dice

e altre cose perfette.

Read Full Post »

(tratto da “Harmless”, di Cindy Lynn Brown. Trad. Maria G. Di Rienzo. Nata nel 1973 a Aarhus in Danimarca, Cindy ha pubblicato le sue poesie in varie riviste anche in Francia e Croazia. La sua ultima antologia, “Mute”, è dell’anno scorso.)

Cindy Lynn Brown

Solo un’osservazione

lanciata casualmente attraverso la stanza sotto le luci al neon

nulla a cui aggrapparsi per parecchi minuti

una persona a me del tutto sconosciuta con la libertà di parola

di menzionare i miei seni, la mia scollatura

come se fossero il mio biglietto da visita

Le donne non stanno cercando la vostra legittimazione

Le donne non stanno cercando la vostra legittimazione

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: